L’author rank vive. Come utilizzarlo per essere primi su Google

L’author rank vive. Come utilizzarlo per essere primi su Google

L'author rank vive. Come utilizzarlo per essere primi su Google

Che cosa è l’author rank

L’author rank è il grado di popolarità dell’autore in una determinata nicchia di mercato. Proprio come avviene nel mondo reale, anche nel mondo virtuale ci sono personalità più o meno esperte riguardo un determinato argomento.

Ora vi faccio un esempio. Se aveste  davanti a voi due articoli riguardanti il medesimo aspetto della SEO, uno scritto da Giorgio Tave e l’altro scritto da Pinco Pallino, a quale dei due articoli dareste più credito?

Google la pensa esattamente come voi.

L’authorship è morto ma l’author rank vive più che mai

L’authorship è morta. Le nostre faccine non compaiono più nei risultati di ricerca. Ma l’attendibilità della persona che scrive il contenuto è un fattore che incide sul ranking. Non sono la sola a sostenerlo…

Non vedremo più le nostre facce e i nostri nomi nei risultati di Google, ma questo non significa che l’author rank sia morto, anzi; secondo l’autorevole searchengineland.com Google ha adottato anche altri sistemi per poter individuare l’autore di un contenuto.

Google ha sostenuto che il taglio all’authorship non influirà sugli sforzi per individuare i migliori autori per ottenere una ricompensa nel posizionamento.

Come affermava in questo post, Andrea Pernici su giorgiotave.it, “l’implementazione del rel=”author” e dunque l’identificazione è un aiuto concreto nella lotta allo spam”, proprio come sosteneva pochi mesi fa Matt Cuts: “Google cerca di capire l’autorità e la fiducia della persona che scrive il contenuto. Esso può servire ad identificare uno spammer da un autore con autorevolezza e credibilità”.

Fonte: http://www.skande.com

Come utilizzare l’author rank per fare una link building alternativa

Fare la classica link building diventa sempre più complicato. Ormai per noi SEO ottenere un link da un sito in trust è un pò come tentare di vincere alla lotteria. Per questo motivo, dobbiamo fare in modo che sia gli utenti che Google, diano rilevanza ai nostri contenuti anche grazie all’attendibilità del loro autore.

Come costruire un profilo autorevole nella nostra nicchia di mercato

Potrei perdermi in mille chiacchiere, ma, con il suo consenso, preferisco mostrarvi il video di una consulenza fatta a Davide Giannotta in cui gli mostro praticamente come fare per essere primi su Google anche grazie all’author rank.

Ovviamente l’ author rank non è l’unico fattore determinante per essere primi su Google ma è un buon inizio.

Come certamente saprete, un buon posizionamento è determinato dalla convergenza di diversi fattori. Puntare sull’author rank non significa necessariamente essere primi su Google, ma sicuramente è un buon inizio. Non credete?

Commenti

commenti

Inserisci la tua email per ricevere gratuitamente gli articoli del blog

Arianna Calvanese
follow me

Arianna Calvanese

Seo - Ceo at fdbweb
Sono una SEO tenace sempre in cerca di nuove strategie. Per me è la prima pagina l'unica che conta. Nel tempo libero amo leggere libri di marketing. Ops.. quasi dimenticavo che questo fa parte del mio lavoro...
Arianna Calvanese
follow me

Latest posts by Arianna Calvanese (see all)

Share this post